Adesione Borghi della Salute

50,00250,00

Fai una donazione per i Borghi della salute e ricevi, dopo l’iscrizione, le informative mensili:

  1. Percorsi di vita, che oltre a descrivere tutte le azioni e le attività realizzate, e da realizzare, nei Borghi della Salute promuove una azione educativa per tutelare la salute, promuovere il Ben Essere e migliorare la qualità della vita.
  2. Il Sapere che nutre,  che intende far conoscere, approfondire e sperimentare che è possibile modificare i propri stili di vita partecipando ad una sana alimentazione proattiva di salute e benessere; quindi, un educarsi a saper mangiare per non crearsi un danno.

 

Solo per i comuni, effettuare il download del modulo sottostante da allegare poi alla delibera comunale

COMUNI (DOCUMENTO Da allegare alla delibera)

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

I “borghi della salute” intendono essere luoghi in cui si realizzano azioni orientate a “tutelare la salute, promuovere il ben essere, migliorare la qualità della vita”.

Atteso che ogni cittadino è responsabile della propria salute e protagonista di ogni azione mirata a garantirla, la comunità aderente si impegna ad alimentare la “conoscenza” attraverso azioni concrete, promuovendo progetti realizzabili e finalizzati a raggiungere il traguardo del più alto livello possibile di salute e benessere.

Si tratta di dare il giusto valore ad una “cultura della salute” in grado di rendere il cittadino “soggetto e protagonista” della propria qualità di vita; libero ed autonomo nei propri orientamenti di vita ma responsabile delle proprie scelte, nella consapevolezza che scelte Etiche errate producono danni alla salute, alla vita, alla società.

Si tratta di favorire, quindi, una nuova “cultura del ben essere” fondata su scelte eticamente fondate in grado di orientare ciascuno verso comportamenti “giusti” per non crearsi un danno.

Obiettivi che si raggiungono solamente attraverso la convergenza di una pluralità di valori quali la “giusta alimentazione”, la “corretta attività di movimento”, la “rimodulazione delle emozioni”, in un “ambiente sano”, perché la salute non è solamente benessere fisico, mentale e sociale, ma è arricchita da altre dimensioni: ambientale, etica, solidaristica e spirituale, in una visione olistica che rispetta la globalità della persona umana.

L’obiettivo è di creare un “marchio di specificità” finalizzato a creare luoghi in cui il valore della “salute”, del “ben essere”, e della “qualità della vita” siano realmente valorizzati.